IN SICILIA SETTORE EDILE AL COLLASSO: APPELLO DELLA CONSULTA SICILIANA DELLE COSTRUZIONI AL PRESIDENTE MATTARELLA

29/07/2017

La Consulta Siciliana delle Costruzioni, a cui aderisce la Consulta degli Ordini degli Ingegneri della Sicilia e che riunisce venti fra associazioni di imprese, sindacati, ordini professionali e associazioni di tecnici e professionisti, ha chiesto al Capo dello Stato un intervento.

Come concordato nella riunione del 5 luglio scorso, è stato trasmesso alle agenzie di stampa il comunicato stampa con allegata la nota congiunta trasmessa al Presidente della Repubblica con la richiesta di un intervento per il comparto delle costruzioni.

«In Sicilia - scrive la Consulta a Sergio Mattarella - molte delle primarie componenti legislative e amministrative della Repubblica - Regione, Liberi consorzi di Comuni, Città metropolitane e Comuni - che all'unisono da anni non rispettano principi fondamentali della Carta costituzionale». Viene chiesto di «richiamare gli amministratori pubblici all'immediata ripresa dell'esercizio delle funzioni». La Consulta aggiunge: «Da anni i nuovi bandi per opere pubbliche sono fermi malgrado ci siano i fondi e i progetti cantierabili. In Sicilia sono disponibili, per opere pubbliche pronte all'appalto, quasi 4 miliardi di euro, ma dal 2012 questi progetti non diventano cantieri».

 

In allegato il testo della nota congiunta.


» Lettera al Presidente della Repubblica.pdf

Ordini provinciali della Sicilia

Torna su